La rilegatura della carta

La rilegatura della carta, per creare quindi un volume o un libro, non è una disciplina che è nata solo nello scorso secolo, ma ha origini molto più antiche. Secondo gli ultimi ritrovamenti sembra che sia nata in India e venne poi esportata in Cina e in tutti i paesi orientali. Anche i Europa abbiamo le prime legature verso il 1° secolo dopo Cristo, ma che siano delle rilegature derivate da quelle orientali ancora non si sa. Tuttavia si sa bene che lo sviluppo delle rilegature orientali e occidentali è avvenuto in modo diverso.

All’inizio infatti, ovvero ai tempi in cui si utilizzava il papiro, la rilegatura serviva a poco o nulla, questo perchè essendo il papiro arrotolato non serviva praticamente a niente rilegarlo ad altri fogli di papiro. In Europa l’avvento della rilegatura avviene grazie ai Romani che cucirono insieme dei fogli di pergamena, piegati in precedenza, attraverso l’utilizzo di due pezzi di legno, che oggi chiameremo copertina, che veniva messi sopra e sotto l’insieme dei fogli rilegati. In questo modo venne creato il primo codex, che deriva dal latino per l’appunto “tronco di albero”.

A via a via la facilità di utilizzo e di rilegare insieme pagine di papiro, di pergamena e di altri tipi di supporti, per cosi dire, cartacei, porto all’utilizzo sempre maggiore dei codex, a discapito dei volumen, i vecchi scritti arrotolati e non rilegati.

Con il passare dei secoli la rilegatura ha assunto un ruolo molto importante. Mettere insieme tante pagine ad una copertina rigida era diventato essenziale per creare un libro. Senza di essa infatti non si avrebbe potuto creare volumi di informazione in modo ordinato. Tuttavia con l’avvento dell’età moderna i procedimenti di rilegatura si svilupparono a tal punto da diventare ormai automatici, come la stampa in sé.

Al giorno d’oggi possiamo anche trovare diversi tipi di macchine rilegatrici casalinghe che danno la possibilità di rilegare insieme diversi tipi di documenti. Alcune delle rilegatrice più utilizzate al giorno d’oggi sono:

  • Rilegatrice ad anelli: sono le normali rilegatrici in cui vengono fatti dei fori sul pacco di documenti, i quali poi vengono rilegati attraverso una stecca rigida in plastica.
  • La rilegatrice termica: sono un tipo di rilegatrice che riesce a plastificare un documento o un insieme di documenti, ovvero aggiunge uno strato di plastica calda sopra e sotto il documento in modo tale da non rovinarlo.