Come si produce la carta

Per produrre carta, è necessario ottenere la sospensione di fibre cellulosiche con caratteristiche specifiche per quanto riguarda le dimensioni delle fibre, distribuzione dimensionale, composizione, flessibilità, resistenza, … Per queste caratteristiche, saranno applicate sui materiali primi diverse procedure per ottenere una pasta con opportune caratteristiche, sempre cercando di ottenere le migliori prestazioni possibili, cioè quantità di pasta ottenuta per tonnellata di legno utilizzato e la quantità di reagenti utilizzati per ottenere una tonnellata di pasta.

Ci sono molte procedure che sono state sviluppate e migliorate nel tempo, che hanno vantaggi e svantaggi che devono essere valutate in funzione del tipo di prodotto finale da ottenere, tenendo conto di parametri quali la resistenza della carta alla rottura, lacerazione, abrasione, piegatura, rugosità, deterioramento della bianchezza, ecc in aggiunta al costo unitario del processo, impatto ambientale della produzione, tipo di materia prima disponibile, etc.
Poiché la principale materia prima nella fabbricazione della carta è la pasta di legno vergine, il processo di fabbricazione di pasta sarà descritto da fibre di legno vegetali.

I tronchi vengono trasportati dal disboscamento in cui sono stati tagliati alla fabbrica in cui si cercherà di ottenere la carta.

Qualunque sia il metodo usato nella lavorazione del legno per cellulosa, è necessario che nelle precedenti operazioni che mirano al processo delignificazione (separazione delle fibre cellulosiche) non siano introdotte impurità che potrebbero danneggiare il processo. Questo è un trattamento standard per tutti i tipi di legno, anche se a seconda del tipo specifico impiegato, ognuno dei trattamenti sarà più o meno critico.

Lascia un commento